I musei provinciali

Storia: l'ente Musei provinciali altoatesini

Il 22 settembre 2003 otto musei provinciali costituiti tra il 1976 e il 2003 nei settori dell’archeologia, delle scienze naturali, dell'industria mineraria, dell’etnografia, (usi e costumi, caccia e pesca, cultura enologica), della storia e cultura ladina e dello sviluppo turistico vengono riuniti nell'ente Musei provinciali altoatesini.

I singoli musei hanno sede a Bolzano, Merano, Caldaro, Teodone/Brunico, Castel Wolfsthurn a Mareta, e Ćiastel de Tor a San Martino in Badia. Il Museo delle miniere ha la sua amministrazione centrale a Racines ed è dislocato in diverse sedi: Cadipietra e Predoi in Valle Aurina, Masseria in Val Ridanna e San Leonardo in Val Passiria (queste ultime due valli sono divise dal Monteneve, al cui interno si snoda la miniera).

A Castel Tirolo si trova un ulteriore museo provinciale, dedicato alla cultura e alla storia locali. Si tratta di un museo che costituisce un ente a sé ma è legato ai Musei provinciali altoatesini da un intenso rapporto di collaborazione.

  1. Museum Ladin Ćiastel de Tor
  2. Museum Ladin Ursus ladinicus
  3. Museo Archeologico
  4. Museo delle miniere
  5. Museo di Scienze Naturali
  6. Castel Wolfsthurn
  7. Castel Tirolo
  8. Touriseum
  9. Museo degli usi e costumi
  10. Museo del vino